Frittata

Torta soffice o frittata soufflé?

Mi sono innamorata della frittata soufflé! Da quando ho saputo dell’esistenza di questo piatto, ogni volta che decido di cucinare le uova, quelle saranno sicuramente sotto forma di frittata soufflé.

Mi piace vedere quella nuvola nella teglia che togli dal forno quando è cotta, mi piace la sua consistenza soffice, quando la tagli e sembra la panna montata. Insomma, è bella da vedere e da mangiare.

L’ho fatta così tante volte che ormai ci ho preso la mano e adesso mi sono “lanciata” nello sperimentare nuove versioni.  

So che può essere fatta nelle variante dolce o salata: sperimenterò anche la prima… prima o  poi (e scusate il gioco di parole!).

So anche che alcuni passano la frittata soufflé prima in padella e poi in forno. Come sapete, io cerco sempre di tenere in considerazione il discorso “calorie e grassi”: in padella è inevitabile che si dovrà utilizzate dell’olio per fare in modo che la frittata non si attacchi.

Preferisco evitarlo e metterla direttamente nel forno. Riesce ugualmente ve lo assicuro!

Questa volta ho provato a farla “alla greca”. L’ho chiamata così perché ho usato degli ingredienti tipici di quel Paese meraviglioso: feta, olive, ecc.

Ma ora vi spiego esattamente come ho fatto, la ricetta è semplicissima:

Ingredienti (per una frittata soufflé per 3 persone):

  • 6 uova tassativamente bio
  • 130gr. di feta
  • 40gr. di olive (ho usato quelle già tagliate a rondelle)
  •    1  cipollotto
  • 1 cucchiai di capperi sotto sale
  • qualche ciuffo di basilico greco (anche se è greco solo di nome…)
  • 70gr. di latte 
  • sale-pepe q.b.

Togliete le uova dal frigorifero almeno 20 minuti prima di iniziare la preparazione. Questo per un motivo molto semplice, per poter  montare gli albumi a neve fermissima devono essere a temperatura ambiente.

Nel frattempo, fate stufare il cipollotto tagliato sottilmente in un cucchiaio di olio.

Accendete il forno a 170/180°. Dividete quindi i tuorli dagli albumi: questi ultimi, come ho già detto, vanno montati a neve.

Ai tuorli invece aggiungete un po’ di sale, pepe, il latte, le olive, i capperi lavati e asciugati e sbattete con una frusta a mano. Poi unite la feta spezzettata, il basilico, il cipollotto intiepidito e miscelate sempre a mano. 

Incorporate le chiare un po’ per volta muovendo la frusta dal basso verso l’alto, sempre con lo stesso movimento, in modo che non si smontino. Tenete presente che vi verrà una ciotola colma di composto, quindi utilizzatene una capiente.

A questo punto  tutto è pronto per essere messo in forno. Potete usare delle cocottine di terracotta, degli stampini per muffin, uno stampo basso per torte salate, quello che volete, dipende da come avete in mente di servire la frittata.

Io l’ho messa in una tortiera a cerniera: ho imburrato leggermente fondo e bordi, per intenderci, ho preso il panetto di burro intero, così com’era nel portaburro e l’ho passato sul fondo e le pareti – e via in forno. Potreste anche usare la carta forno, ma quando la eliminate c’è il rischio che si rompa la frittata.

Dopo 20 minuti era pronta la mia frittata soufflé…o la mia torta???

Frittata soufflé

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *